Arresa

Parole mozze/ si appiattiscono contro il cielo/ svaniscono/ dentro nuvole a brandelli/ speranze vissute altrove/ colorano di crisantemo/ pensieri trascorrono veloci/ e lasciano solchi di impotenza/ in attesa della notte/ Lina Lombardo, pubblicata 1996 Lina Lombardo, La terra, 1996

Inventarsi una strada

Prendere le distanze dalle macerie desolanti incatenarsi al sogno di un profumo vissuto di un bacio innocente bruciante sulla guancia della carezza di un’onda su un corpo inviolato di una notte incantata da grilli in amore e sfuggire all’orrido fascinazione nefasta di una possibile via di fuga non voltarsi indietro inventarsi una strada che porti…

Pensieri

Cavallette/ sono i pensieri/ a sciami invadono/ la luce del mattino/ famelici distruggono/ il campo dell’oblio/ coltivato di notte/ ad occhi spenti/ Oggi/ non basta il cielo/ col suo immobile/ bianco/ a parlare di quiete/ a trattenere in sé/ quella pena nascosta/ dietro ogni muro/ che urla silenziosa/ Non bastano i merli/ a cantare ignari/…

Ci incontriamo

Un fulmine/ si contorce/ nel tuo sguardo/ evoca la tempesta/ nei miei occhi/ attonita odo/ il delicato fruscio/ delle tue mani/ dove l’erba/ è più profumata e folta/ ci incontriamo/ allegorie/ di una umanità fragile/ ignara/ che le stelle/ possano precipitare/ e il cielo/ divenire instabile/ Lina Lombardo 18 marzo 2017 Immagine : Anselm Kiefer,…

Patiamo

  Anelli di una catena invisibile ignoriamo il respiro del mare la sete di luce e le ali Patiamo dissonanze col desiderio taciuto di essere voce solista di una melodia essenziale Lina Lombardo, 19 febbraio 2017 Immagine : Maurice Prendergast, Ragazza sul mare in tempesta, 1895

Inquietudine

Inquietudine sferragli su binari morti lo sguardo truccato all’orizzonte invadi con rovi selvaggi la mia carne negata alla spudoratezza dell’estate Lina Lombardo,  15 febbraio 2017 Immagine : Emil Nolde blue-watering-can

Domande

Lenimento e fasciatura da avvolgere stretta intorno alla mia anima La ferita instabile si è aperta sanguina domande Ti guardo e chiedo a te diventato saggio nella terra di nessuno Tu sorridi e scompari non hai risposte Immagine : Kevin Sloan, dipinto

Silenzio

Silenzio è questo cielo bituminoso perduto all’orizzonte. Questo orologio che batte il nulla infinito e il mio tempo ribelle alla deriva Queste pareti dense di ombre mute basso continuo nella memoria. Lina Lombardo 11 febbraio 2017 Immagine : Paolo Picozza, dipinto

Al levar del sole

Al levar del sole ho aperto gli occhi. Li ho aperti sulla mia minutezza Ho respirato la luce per poter vivere il giorno Lina Lombardo 6 febbraio 2017 Immagine : Vincent Van Gogh, Campo recintato al sorgere del sole, 1889

Sulla città

Oltre il soffitto di un cielo di cemento nuvole lacrimano su strade e finestre La città a mani abbandonate sopporta l’appannato giorno Solo il grido di un’ambulanza ne squarcia il silenzio di gesso E quel dolore straripa e si sparge seme velenoso sui miei occhi. Lina Lombardo 1 febbraio 2017 Vilhelm-Hammershøi, The Tall Windows, 1913

Scorro

Scorro e rincorro il giorno che s’appallottola tra le mie dita Scorro e chiedo al vento di riportarmi le illusioni cadute ai bordi di un passaggio lastricato di ortiche Scorro e prego la notte di volermi mostrare il fiore di cristallo celato nel suo cielo Prima che la vorace Chimera divori un altro giorno Prima…

Fuochi nella notte

Nella notte i fuochi siamo noi noi la terra assetata I tuoi occhi incendiano il mio corpo E’ l’altare riflesso in una stella e tu offici le messi nel silenzio greve d’attesa spinto dal vento che assale le tue vene Ora nella luce ruvida è il tuo cuscino a posare sul mio seno Lina Lombardo…

Discordanze

Tra le lenzuola colorate di ricordi due rossi petali e cardi amari giacciono discordanze annodate da illusioni Lina Lombardo 24 gennaio 2017 Immagine : Savino Marseglia, per gentile concessione

Pioggia

Piove tra le mie ciglia il giorno che s’è spento placebo è il letto quieta la ferita cela la stanza vuota dove abita l’ombra Lina Lombardo 24 gennaio 2017 Immagine : Helen Masacz, Empty bed (letto vuoto)

Alberi cantano

Cantano gli alberi muovono le loro cime in uno slancio ora dolce ora impetuoso verso un cielo distante incrociano le loro foglie trasformano le nostre ombre in aneliti di luce Lina Lombardo 22 gennaio 2017 Immagine: Savino Marseglia, Alberi, per gentile concessione

Sogno di te

  Vestirò l’abito/ della nostra primavera/ ti incontrerò/ nella scia/ della tua stella/ i miei occhi/ riposeranno/ nella dolcezza/ dei tuoi occhi/ e disseterò il mio corpo/ con la linfa ambrata/ del tuo corpo/ Bandirò/ lo smarrimento/ nelle notti cupe/ Blandirò il tempo/ in attesa/ sul precipizio del sogno/ cantando una nenia/ a bassa voce….

Nell’erba

Nel gioco inventato/ le nostre labbra/ sature/ d’amore/ spegnevano il fuoco/ nell’erba alta/ e poi/ i respiri erano/ del vento/ sulle cime degli alberi/ assonnati./ Ti trattenevo/ nell’incavo misterico/ del mio tempio/ e mi addormentavo/ in quella oscurità/ che non faceva male./ Lina Lombardo 16 novembre 2016 Immagine : Gustav Klimt, Poppy Field, 1907